La Scuola di Medicina Omeopatica di Verona da alcuni anni ha scelto di pubblicare sul sito alcuni casi di pazienti visitati dal vivo.

Per tutti i casi pubblicati i dati personali reali sono omessi, i riferimenti sono di pura invenzione, nel rispetto della privacy.

I casi clinici che siamo soliti pubblicare per far conoscere in piena trasparenza i limiti e le possibilità della terapia omeopatica classica unicista sono al momento sospesi a seguito di un confronto metodologico nazionale. Ci scusiamo per il disagio.

25 04 2009 :: L’obesa anosmatica

Categoria: casi clinici

Rinite cronica di cui soffre da 7-8 anni, con anosmia totale da 1 anno, da quando
ha fatto una dieta dimagrante, per cui è calata di una decina di kg. che ha ripreso in pochi mesi, mentre non
ha più ripreso il senso dell’odorato.
E’ in sovrappeso di 30 kg circa (pesa 98), con obesità di tipo mascolino, soprattutto al tronco.

06 03 2009 :: Un caso di pancreatite acuta recidivante trattato con l’Omeopatia

Categoria: casi clinici

Mariella: chi la dura, la vince!

Ho conosciuto Mariella nel novembre del 2005, quando ha “fatto tappa” nel mio studio prima di
“prendere il treno per Lourdes”. Nei due anni precedenti il nostro primo incontro, aveva avuto
quattro episodi di pancreatite acuta, con relativi ricoveri in ospedale e tutte le cure del caso.
Mariella era semplicemente sfinita e si chiedeva se l’Omeopatia poteva esserle di aiuto per bloccare
la sequenza “quasi infinita” di pancreatite – ricovero ospedaliero – terapie – pancreatite.

11 10 2007 :: IPERTENSIONE GRAVIDICA RISOLTA CON SPIGELIA

Categoria: casi clinici

Il rimedio costituzionale, individuato in gravidanza grazie ad un episodio acuto di cefalea (non legata ad ipertensione), ha risolto un caso di ipertensione importante dell’ultimo periodo della gestazione e del puerperio.

09 09 2007 :: Miocardite acuta linfocitaria multifocale con fibrosi di grado lieve.

Categoria: casi clinici

Nata a termine da parto eutocico. Alla nascita pesava kg. 3,300, non sofferenza fetale. Allattamento materno per 7 mesi.

1° vaccinazione a 3 mesi. Ha fatto tutte le vaccinazioni obbligatorie e non. Otto giorni dopo aver fatto la vaccinazione trivalente (dicembre 2002), episodio febbrile complicato da manifestazione convulsiva.

Dal gennaio 2003, ha iniziato a soffrire ogni mese di manifestazioni acute: gengiviti virali, gastroenteriti, 5° malattia. A luglio 2003 bronchite acuta trattata con antibioticoterapia e cortisonici. Dopo 5-6 giorni dalla risoluzione della bronchite, la bambina diventa inappetente, pallida, compare dispnea, sudorazione ed astenia, inizia a dimagrire, ricoverata in ospedale viene fatta diagnosi di miocardite acuta virale. Aveva un quadro di cardiomiopatia dilatativa con dilatazione delle sezioni sinistre del cuore e pertanto viene sottoposta a terapia antibiotica, prednisone ed immunoglobuline.

Dalle indagini risultò un aumento della funzionalità contrattile ventricolare (= > 35%) con insufficienza valvolare mitralica moderata.

L’8/09/03 lo studio emodinamico ha documentato una riduzione dell’indice cardiaco a riposo e una pressione di incuneamento ai limiti della norma.

19 07 2007 :: Caso Acuto: Febbre T 40.6°C da 48 ore.

Categoria: casi clinici

A. è confuso nelle risposte ai quesiti che pongo, lamenta dolori dappertutto e ad ogni movimento. Presenta dolore all’arcata dentale, soprattutto durante e dopo aver mangiato, sete e appetito assenti, desidera la compagnia, ha necessità di coprirsi perché ha i brividi, la lingua è bianca , la gola e le tonsille sono arrossate.